Giornate della laicità 2017 – Domenica 22 aprile

Giornate della laicità 2017 – sabato 22 aprile

Foto realizzate da @Bianca Iacomucci

 

Giornate della laicità 2017 – Venerdì 21 aprile

TRASFORMAZIONE È DONNA

Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza

tema_2017La realtà quotidiana registra numerosi passi indietro su diritti civili considerati ormai acquisiti: a farne le spese sono molto spesso le donne, che una cultura spesso patriarcale e misogina relega in ruoli subalterni rispetto all’uomo.
Ecco perché una discussione sulla laicità non può esimersi da una riflessione più approfondita su cosa significhi essere donne oggi, non soltanto in termini di discriminazioni, ma anche di risorse sprecate o male utilizzate.
Le donne possono infatti diventare protagoniste chiave di cambiamenti radicali e di una trasformazione socio-culturale auspicata da tanti e finalizzata a superare modelli di vita funzionali ai dettati delle lobbies economico/finanziarie, per una reale applicazione dei diritti e dei principi necessari all’affermazione di una cittadinanza responsabile e autonoma.

testatastandard

OTTAVA EDIZIONE, 21-22-23 APRILE 2017

TRASFORMAZIONE È DONNA
Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza

cartolina_tema_2017È interamente dedicata alle donne l’ottava edizione delle Giornate della laicità, il festival sui diritti civili e di libertà in programma dal 21 al 23 aprile 2017 nella sede reggiana dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia (viale Allegri 9). Tra i partecipanti, alcuni tra i più importanti intellettuali e giornalisti italiani, quali Annarosa Buttarelli, Chiara Saraceno, Telmo Pievani, Simona Argentieri, Cinzia Sciuto, Marilisa D’Amico, Irene Strazzeri, Maria Novella De Luca, Monica Lanfranco, Enzo Marzo, Carlo Flamigni, Simona Maggiorelli, Jacopo Tondelli, Federico Tulli, Daniela di Carlo e Laura Lepetit.

Gli incontri, incentrati sul tema “Trasformazione è donna. Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza” saranno preceduti da diverse anteprime a Reggio Emilia e in altre città italiane, tra cui Roma, Milano, Parma e Modena: in programma anche un appuntamento musicale di apertura del festival al centro sociale Catomes Tot.

Continua a leggere →

Ospiti 2017

adesivoI vari incontri in cui si articolano le Giornate della laicità partono da tematiche specifiche per allargarsi a una riflessione sull’attualità, nazionale e non solo, che affronti il tema dei diritti civili e di libertà, delle diseguaglianze e degli spazi di libertà e realizzazione di sé stesse.

Tanti gli spunti, tra cui il tema del lavoro e delle diseguaglianze economiche, con Chiara Saraceno e Jacopo Tondelli, o dei diritti negati, con Marilisa D’Amico e Carlo Flamigni. Non mancherà una riflessione su Donne e laicità in Europa e nel mondo, grazie al contributo di Cinzia Sciuto, mentre Irene Strazzeri e Simona Maggiorelli affronteranno il tema della “resistenza nella differenza”: Annarosa Buttarelli parlerà invece di “Spiritualità femminile senza religione”, mentre Daniela Di Carlo e Enzo Marzo dialogheranno su donne e religione. Di grande attualità la lectio di Simona Argentieri su post-verità e pseudo verità, così come l’incontro con Maria Novella De Luca su donne, diritti e maternità. Tra gli incontri anche la presentazione del libro “Autobiografia di una femminista distratta” di Laura Lepetit e l’appuntamento dedicato alla scienza con Telmo Pievani su “Il maschio è inutile. Un progetto di educazione scientifica a teatro”.

SIMONA ARGENTIERI
Membro Ordinario e Didatta dell’Associazione Italiana di Psicoanalisi e dell’International Psycho-Analitical Association. Nell’ottobre 2008 le è stata conferita la Medaglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri per meriti scientifici e culturali. Ha pubblicato estesamente, in Italia e all’estero, sia in ambito psicoanalitico, sia in ambito culturale. Tra le sue più recenti pubblicazioni, oltre ad aver curato l’edizione italiana di “Freud e l’Arte”: “L’ambiguità” (Einaudi, 2008); “A qualcuno piace uguale” (Einaudi, 2010); “Dietro lo schermo. Una psicoanalista al cinema” (Espress edizioni, 2012), “Il padre materno” (Einaudi, 2014), “Stress ed equivoci” con Nicoletta Gosio (Einaudi, 2015).

ANGELA BALZANO
Laureata in Scienze filosofiche all’Università di Bologna, è attualmente assegnista di ricerca presso la stessa università per il progetto “Plotina: promoting gender balance and inclusion in research, innovation and training”. A Bologna è stata prima dottoranda di ricerca, vincitrice di borsadi studio per la Scuola di diritto e nuove tecnologie con le professoresse Carla Faralli e Rosi Braidotti. Dal 2009 è tutor del corso transdisciplinare in Etica e Politica negli studi di genere, promosso dalla cattedra di Filosofia del Diritto della prof.ssa Faralli, in collaborazione con Raffaella Lamberti e l’associazione Orlando, presso l’Università di Bologna. Ha scritto “Soggettività autonome, corpi e potenza da Spinoza al Neofemminismo” (Edizioni Accademiche Italiane, 2014); e con Carlo Flamigni “Sessualità e riproduzione” (Ananke Lab, 2015).

ANNAROSA BUTTARELLI
Insegna Filosofia della storia all’Università di Verona e dal 1988 fa parte della Comunità filosofica Diotima. Impegnata da anni nel pensiero e nella politica della differenza, è autrice di numerosi saggi e curatele, tra cui “Duemilaeuna. Donne che cambiano l’Italia” (2000); “Una filosofa innamorata. María Zambrano e i suoi insegnamenti” (2004); “Il pensiero dell’esperienza” con Federica Giardini (2008); “Sovrane. L’autorità femminile al governo” (2013); “La danza della forza. Yoga e filosofia per la vita femminile” (2015): “Sovrane. L’autorità femminile al governo” (2° ed, maggio 2017).

MARILISA D’AMICO
Professore ordinario di diritto costituzionale alla facoltà di giurisprudenza dell’Università degli studi di Milano. Impegnata a livello civile e politico, è avvocato cassazionista e si interessa, in particolare, dei temi dell’uguaglianza, delle discriminazioni e della difesa dei diritti civili, in particolare delle donne. Da ottobre 2013 è membro laico del Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa. Tra gli ultimi libri pubblicati: “Il difficile cammino della democrazia paritaria” (Giappichelli Editore, 2011); “La laicità è donna” (L’asino d’oro, 2013); “Diritti traditi. La Legge 40 cambiata dai cittadini” (L’asino d’oro, 2015); “I diritti annegati. I morti senza nome del Mediterraneo” (Franco Angeli, 2016); “I diritti contesi. Problematiche attuali del costituzionalismo” (Franco Angeli, 2°ed. 2016).

MARIA NOVELLA DE LUCA
A Repubblica dal 1987 dopo gli studi in Storia dell’Arte, è inviata di cronaca nazionale. Ha seguito alcuni casi che hanno segnato la storia italiana degli ultimi decenni, da Cogne all’assassinio di Marta Russo. Ha raccontato con inchieste e reportage i cambiamenti demografici e culturali della famiglia, della società, e del mondo femminile. Ha pubblicato il saggio “Le tribù dell’ecstasy” (Theoria, 1998) ha un blog “ Family life” dedicato a chi spesso non ha voce: i bambini, gli anziani, i disabili.

DANIELA DI CARLO
È pastora nella Chiesa Valdese di Milano. Ha diretto il Centro Ecumenico di Agape dove per molti anni si è dedicata al Campo politico donne e si occupa di teologie femministe e di genere. Ha partecipato alle opere collettive “La Parola e le pratiche. Donne protestanti e femminismi” (Claudiana, 2007), “Un vulcano nel vulcano. Mary Daly e gli spostamenti della teologia” a cura di Letizia Tomassone (Effatà, 2012), “Foto di gruppo a colori. Convegno per una educazione al rispetto e alla pluralità” (Casa delle donne di Milano 2016).

CARLO FLAMIGNI
Tra i maggiori esperti di fisiopatologia della produzione umana e padre della fecondazione assistita. Membro del Comitato Nazionale per la Bioetica e presidente onorario dell’AIED, ha pubblicato oltre 1000 memorie scientifiche originali, numerose monografie e alcuni libri di divulgazione. Tra le sue più recenti pubblicazioni “La Procreazione Assistita – Fertilità e sterilità tra medicina e considerazioni bioetiche” (Il Mulino, 2011, Seconda edizione aggiornata), “Fecondazione e(s)terologa” (L’asino d’oro, 2012); “La Fecondazione Assistita dopo dieci anni di legge 40. Meglio ricominciare da capo!” (Ananke, 2014); “Nelle mani del dottore? Il racconto e il possibile futuro di una relazione difficile” (FrancoAngeli, 2014); “Sessualità e riproduzione. Due generazioni in dialogo su diritti, corpi e medicina” (Ananke, 2015); “Questa è la scienza, bellezza!” Ananke, 2015).

NICOLETTA LANDI
Antropologa e ricercatrice all’Università di Bologna, si occupa in particolare di temi come sessualità, salute, identità, genere ed educazione. È autrice della ricerca “Il Piacere non è nel programma di scienze! Educare alla sessualità oggi in Italia”. Membro di Anpia (Associazione nazionale professionale italiana di Antropologia); Siaa (Società italiana di Antropologia applicata) ed Easa (European association for social anthropology), è particolamente interessata all’implementazione del ruolo dell’antropologia all’intenro del dibattito pubblico.

MONICA LANFRANCO
Monica Lanfranco, giornalista e formatrice su differenza di genere e conflitto. Dal 1994 dirige il trimestrale femminista MAREA. Ha un blog sul Fatto quotidiano. Ha insegnato Teoria e Tecnica dei nuovi media all’Università di Parma. Dal 2008 gestisce il centro di formazione Altradimora. Ultimi suoi testi: Uomini che odiano amano le donne – virilità, sesso, violenza: la parola ai maschi (Marea Edizioni, 2013) dal quale è stata tratta la piece teatrale, Manutenzioni – Uomini a nudo, primo caso italiano di teatro sociale per uomini, e Parole madri-ritratti di femministe: narrazioni e visioni sul materno.

LAURA LEPETIT
Intellettuale e femminista, nel 1965 rileva con Annamaria Gandinie altri amici la libreria Milano Libri e nel 1975 fonda la casa editrice La Tartaruga, che ha diretto fino al 1997. In quasi quarant’anni nella gestione de La Tartaruga, il marchio più importante dell’editoria femminile e femminista in Italia, pubblica oltre 400 libri incontrando più di 181 autrici, tra cui: Margaret Atwood, Ivy Compton- Burnett, Nadine Gordimer e Barbara Pym, fino a giungere a Virginia Woolf. Nel 1987 Laura Lepetit è stata insignita del titolo di Cavaliere del lavoro «per meriti morali e professionali»; seguiranno, nel 1989, il Premio Nazionale “Creare è donna” e, nel 1995, in occasione del ventennale della sua Casa Editrice, il Premio Editore Donna.
DOMENICA

SIMONA MAGGIORELLI
Giornalista, ha lavorato in testate di diverso orientamento, da Liberazione a La Nazione, scrivendo di letteratura e arte. Nella redazione di Avvenimenti dal 2002 e dal 2006 a Left, dove si occupa di cultura e scienza. Ha pubblicato di recente “Attacco all’arte” (2017).

ENZO MARZO
È stato per trentacinque anni giornalista del “Corriere della Sera” dove ha diretto i settori Politica e Cultura. È stato docente di Profili deontologici della professione giornalistica presso la Scuola di giornalismo Luiss: è anche fondatore e ora portavoce della “Società Pannunzio per la libertà d’informazione”. È presidente della Fondazione Critica Liberale, nonché dal 1969 direttore dell’omonima rivista. È stato tra i promotori di “Opposizione civile”, nonché autore del “Manifesto laico” e membro del comitato di presidenza della “Società laica e plurale”. Da giovane fu membro della presidenza della Liac (Lega italiana abolizione concordato).

ROBERTA MINEO
Ricercatrice del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. È titolare del corso di Processi e dinamiche di gruppo e di Psicodinamica delle relazioni familiari. Il suo ambito di ricerca spazia tra formazione degli adulti, mediazione dei conflitti nei contesti multiculturali, leadership e cooperazione internazionale. Ha attivato il corso di Studi di Genere e da quest’anno partecipa al consorzio interateneo Edunova con due corsi online aperti a tutti (Cosa c’entra l’amore e La violenza al Centro).

ADELE ORIOLI
Si laurea in Giurisprudenza a La Sapienza e si specializza in Discipline parlamentari e relazioni istituzionali presso il Centro Europeo di Studi sul Parlamento (Luiss Guido Carli). Dal 2007 è responsabile nazionale delle iniziative legali dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti e dal 2016 ne è anche la portavoce. Fino al 2012 ha gestito direttamente lo sportello telematico di assistenza legale gratuita “soslaicità” che attualmente supervisiona. Nel 2015 ha rappresentato l’Uaar presso il gruppo di lavoro ristretto dell’Onu sulla prevenzione del genocidio. Autrice con Raffaele Carcano nel 2008 di “Uscire dal gregge – Storie di conversioni, battesimi, apostasie e sbattezzi” (Sossella ed.) sempre con Carcano cura il blog Uaar su MicroMega on line. Sul settimanale Left tiene una rubrica quindicinale sulla libertà religiosa in generale e sui diritti dei non credenti in particolare.

VANNA PALUMBO
Giornalista professionista, cura la comunicazione e le relazioni esterne della Cgil. È stata Portavoce del Segretario generale. Specializzata in Economia e Comunicazione politica, dopo gli studi universitari in Giurisprudenza (Università di Pisa) frequenta ulteriori corsi in Usa e Gran Bretagna. Ciò le consente di collaborare dapprima a testate giornalistiche regionali ed alla Rai (radio e TV), successivamente, a quotidiani e periodici nazionali anche di carattere politico. Articolista su questioni di genere. Nell’esperienza giornalistica istituzionale al Comune di Roma (1999/2000) cura le relazioni esterne ed è portavoce dell’Assessore e dell’Assessorato alle Politiche Economiche. Subito dopo, alcuni anni all’agenzia di stampa, ADNKronos come redattrice economica e di politica relativa all’attività governativa. Fondatrice di Gio.Co, giornaliste per la Costituzione. Già Coordinatrice di Senonoraqundo Roma.

TELMO PIEVANI
Filosofo ed evoluzionista, ricopre la prima cattedra italiana di Filosofia delle Scienze Biologiche presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova. Presso lo stesso Dipartimento è anche titolare degli insegnamenti di Antropologia e di Bioetica. Dal 2015 è vice-Presidente della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica: Fa parte del Comitato Etico e del Comitato Scientifico della Fondazione Umberto Veronesi per il progresso delle scienze. È autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali nel campo della filosofia della scienza. Insieme alla Banda Osiris e a Federico Taddia è autore di progetti teatrali, comici e musicali a tema scientifico, come ‘Finalmente il Finimondo!’ (2012) e ‘Il maschio inutile’ (2015). Collabora con Il Corriere della Sera e con le riviste Le Scienze, Micromega e L’Indice dei Libri.

CHIARA SARACENO
Sociologa, è honorary fellow al Collegio Carlo Alberto (Torino): è stata professore ordinaria all’Università di Torino e professore di ricerca al Wissenschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino. È stata presidente della Commissione di indagine sull’esclusione sociale dal 1999 al 2001 e fa parte dell’High Level Group on the Measurement of Economic Performance and Social Progress Collabora con numerosi siti giornalistici e La repubblica. E’ stata nominata corresponding fellow della British Academy ed insignita dell’onorificenza di Grande ufficiale della Repubblica Italiana. Tra le ultime pubblicazioni: “L’equivoco della famiglia “(Laterza 2017), “Mamme e papà. Gli esami non finiscono mai” (Il Mulino, 2016); “Coppie e famiglie. Non è questione di natura”, Feltrinelli (2°edizione aggiornata); “ll lavoro non basta. La povertà in Europa negli anni della crisi” (Feltrinelli, 2015); “Il welfare. Modelli e dilemmi della cittadinanza sociale” (Il mulino, 2013).

CINZIA SCIUTO
Giornalista, è attualmente redattrice della rivista “MicroMega” e collaboratrice di altre testate del Gruppo editoriale l’Espresso. Ha conseguito il dottorato in Filosofia all’Università “La Sapienza” di Roma e ha scritto “La Terra è rotonda. Kant, Kelsen e la prospettiva cosmopolitica” (Mimesis edizioni, 2015). Si occupa di diritti civili, laicità e femminismo. Animabella è il suo blog.

IRENE STRAZZERI
Ricercatrice di Sociologia del mutamento e della conoscenza presso l’Università degli Studi di Foggia. Da anni focalizza le sue ricerche sulla differenza sessuale e sul tema del riconoscimento. Ha pubblicato: “Teoria e prassi di riconoscimento” (Manni, 2005); “Riconoscimento e diritti umani. Grammatica del conflitto nel processo di integrazione europea” (Morlacchi, 2007); “Dalla redistribuzione al riconoscimento. Declinazioni paradigmatiche della differenza sessuale” (Franco Angeli, 2009); “Verità e menzogna. Sociologie del Postmoderno” (Progedit Editore, 2010), “Post patriarcato. L’agonia di un ordine simbolico” (Aracne Editrice, 2014); “La resistenza nella differenza” (Mimesis, 2017).

JACOPO TONDELLI
Laureato in giurisprudenza all’Università di Pavia e dottore di ricerca in diritto penale. Ha iniziato a fare giornalista a Il Riformista nel 2004, è passato al Corriere della Sera nel 2008 e, a inizio 2011, ha fondato Linkiesta.it di cui è stato direttore fino al febbraio 2013. Nel 2014 con Lorenzo Dilena ha fondato Gli Stati Generali (www.glistatigenerali.com), giornale online e piattaforma di informazione partecipativa. Ha pubblicato due libri, “Mirtra e Kippà” (2007) e “Sceriffi Democratici” (2009), entrambi per Marsilio.

FEDERICO TULLI
Giornalista. Collabora con diversi periodici, tra cui “Left”, “MicroMega” e “Critica liberale”. Sul web scrive per “MicroMega”, “Adista” e “Globalist”, la prima syndication italiana di giornalisti professionisti; ha ideato e dirige il magazine di divulgazione culturale e scientifica “Babylon Post”, è condirettore di “Cronache Laiche”. Con L’Asino d’oro edizioni ha pubblicato “Chiesa e pedofilia. Non lasciate che i pargoli vadano a loro” (2010), “Chiesa e pedofilia, il caso italiano” (2014) e Figli rubati. L’Italia, la Chiesa e i desaparecidos (2015).