I valori della Costituzione e l’esperienza scientifica presentati alle scuole reggiane attraverso Costituzionalisti e scienziati di fama

Dopo la positiva esperienza del ciclo di lezioni sui valori della Costituzione realizzato lo scorso anno nelle scuole reggiane nell’ambito della quinta edizione delle Giornate della laicità, presentiamo al mondo della Scuola due progetti educativi: una riedizione del ciclo riguardante “Cittadinanza consapevole e valori della Costituzione“; e un secondo progetto educativo, curato dal filosofo della scienza Telmo Pievani, su “Educazione alla scienza e all’evoluzione“.

L’iniziativa, promossa dalle Giornate della laicità con il contributo di Provincia di Reggio Emilia e Regione Emilia-Romagna si svolgerà nelle scuole reggiane nel periodo tra gennaio e marzo 2015.

Il ciclo di incontri sarà inaugurato dallo stesso curatore Telmo Pievani che martedì 13 gennaio allo Scaruffi darà il via all’iniziativa.

Da una stima iniziale circa 2500 saranno gli studenti coinvolti nelle attività attraverso l’ospitalità in otto scuole reggiane: Il liceo Classico/Scientifco Ariosto/Spallanzani, il Liceo scientifico A. Moro, il Liceo Artistico G. Chierici, l’Istituto superiore liceale Matilde di Canossa, L’istituto tecnico Scaruffi-Levi, L’Istituto Tecnico Pasca BUS, l’Istituto L.Nobili, l’Istituto comprensivo di Quattro Castella-Vezzano sul Crostolo.

Più di venti lezioni, tra scienza e Costituzione porteranno all’attenzione dei ragazzi –senza oneri per le scuole e per gli studenti- i migliori scienziati, divulgatori, costituzionalisti e docenti universitari a raccontare cosa significa applicare nella vita e nell’esperienza i valori della Carta Costituzionale e i principi dell’esperienza scientifica.

unnamed“Cittadinanza consapevole e valori della Costituzione”

Nonostante la perdurante disattenzione della politica nei confronti dell’istruzione pubblica, è ampiamente condiviso l’assunto che l’insegnamento della cittadinanza attiva dovrebbe essere uno dei primi compiti della scuola pubblica.

E da questo punto di vista la Costituzione, che si regge sulla consapevolezza e il consenso critico dei suoi cittadini, è uno strumento principe d’insegnamento.

Il progetto mira a coinvolgere ragazze e ragazzi in un’ampia e libera discussione, attraverso un rapporto privilegiato con importanti studiosi, sui valori della Costituzione frutto di conquiste politiche, sociali, culturali e di apporti ideali che in una storia plurisecolare europea sono venuti plasmando la nostra vita collettiva.

Sollecitandoli nello stesso tempo a divenire consapevoli del ruolo di “cittadini attivi” che la stessa ci assegna.

I docenti coinvolti nel progetto, già relatori alle varie edizioni delle Giornate della laicità, sono di notevole livello: dalla filosofa Roberta De Monticelli, alle docenti di Diritto Costituzionale Marilisa D’Amico, Benedetta Liberali, Costanza Nardocci; la docente di Filosofia del Diritto Patrizia Borsellino fino ai magistrati Domenico Gallo e Marco Imperato.

Il ciclo d’incontri sui valori della Costituzione nelle scuole prevederà anche quest’anno l’istituzione di due borse di studio assegnate sulla base di elaborati prodotti in relazione agli incontri e saranno dedicate al prof. Giuseppe Anceschi, tra i fondatori di Iniziativa laica, preside, docente e animatore del Centro Studi Matteo Maria Boiardo di Scandiano, recentemente scomparso.

logoassociazione2Le lezioni sono organizzate con la cortese collaborazione dell’Associazione Reggiana per la Costituzione 

 

“Insegnare la scoperta scientifica”

La cultura scientifica, oltre che per uno sviluppo di competenze e professionalità necessarie al Paese, è fondamentale nei ragazzi per l’acquisizione del metodo scientifico,che abitua i giovani a raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile e condivisibile, e del pensiero analitico che spinge ad analizzare criticità, situazioni, scenari, suddividendoli nei loro elementi costitutivi al fine di individuare soluzioni operative e pianificare appropriate azioni e attività.

Il progetto per le scuole, elaborato con il sostegno del noto filosofo della scienza Telmo Pievani, consente, attraverso lezioni mirate sui temi caldi della attualità scientifica presentata da esperti professionisti nell’ambito dello studio e della ricerca, di sviluppare le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per interpretare i fenomeni naturali, fruire in modo corretto e consapevole delle moderne conquiste della scienza e della tecnologia impostato secondo un approccio investigativo- sperimentale, fin dai primi anni di scuola.

 

Le lezioni nelle scuole reggiane verteranno su:

– L’importanza di un’educazione scientifica precoce: il caso dell’insegnamento dell’evoluzione a scuola (Telmo Pievani)

– Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate (Carlo Alberto Redi)

– La pseudoscienza in rete: come difendersi, come denunciarla e come individuare le fonti attendibili (Michele Bellone)

– La biologia sintetica e i virus potenziati in laboratorio: la “dual use research” e le nuove sfide scientifiche e bioetiche provenienti dalle biotecnologie di ultima generazione (Giorgio Palù)

– Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà (Roberto Defez)

– Neuroscienze: la “misura” dello stato cosciente e le sue implicazioni bioetiche (Marcello Massimini)

I docenti coinvolti nel progetto: anche in questo progetto di notevole livello, alcuni dei quali già presenti alle varie edizioni delle Giornate della laicità. Il filosofo della scienza Telmo Pievani (responsabile scientifico) e lo scienziato Carlo Alberto Redi; Michele Bellone, esperto di scienza nei new media; Giorgio Palù, virologo di fama mondiale; Marcello Massimini, esperto di neuroscienze; Marcello Sala, formatore scientifico e Roberto Defez biologo ed esperto di OGM.

 

 

 

Condividi!