testatastandard

OTTAVA EDIZIONE, 21-22-23 APRILE 2017

TRASFORMAZIONE È DONNA
Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza

cartolina_tema_2017È interamente dedicata alle donne l’ottava edizione delle Giornate della laicità, il festival sui diritti civili e di libertà in programma dal 21 al 23 aprile 2017 nella sede reggiana dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia (viale Allegri 9). Tra i partecipanti, alcuni tra i più importanti intellettuali e giornalisti italiani, quali Annarosa Buttarelli, Chiara Saraceno, Telmo Pievani, Simona Argentieri, Cinzia Sciuto, Marilisa D’Amico, Irene Strazzeri, Maria Novella De Luca, Monica Lanfranco, Enzo Marzo, Carlo Flamigni, Simona Maggiorelli, Jacopo Tondelli, Federico Tulli, Daniela di Carlo e Laura Lepetit.

Gli incontri, incentrati sul tema “Trasformazione è donna. Pratiche, pensieri, esperienze femminili per nuovi modelli di vita e convivenza” saranno preceduti da diverse anteprime a Reggio Emilia e in altre città italiane, tra cui Roma, Milano, Parma e Modena: in programma anche un appuntamento musicale di apertura del festival al centro sociale Catomes Tot.

Continua a leggere →

Dario e Dio

Darione2

 

VENERDì 22 APRILE

ANTEPRIMA

Ore 18.00 – Auditorium Gerra, Centro L. Malaguzzi, Fondazione Reggio Children,
Viale Ramazzini 72, Reggio Emilia

DARIO E DIO

Conversazione di Dario Fo con Giuseppina Manin

dario-fo-a-radio-cusano-campusMaestro di teatro e di letteratura, Dario Fo da sempre è un ateo militante, ma anche un curioso del sacro, che ha esplorato a più riprese in molte opere, a cominciare dal suo capolavoro, Mistero buffo. Il sacro, la Chiesa, i santi e i fanti nel corso del tempo sono stati non soltanto i suoi bersagli, ma i suoi interlocutori privilegiati. Dall’immenso patrimonio dei testi ufficiali e apocrifi, della cultura popolare, dell’arte visiva ha tratto spunto per riletture personalissime della Bibbia e dei Vangeli, della figura di Maria, del rapporto di Gesù con le donne, dell’invenzione della Chiesa e delle sue tante malefatte. Tutto questo con ironia provocatoria, mai blasfema o irrispettosa. E ora, arrivato ai novant’anni, Dario Fo decide di tirare le somme della sua lunga e avventurosa esplorazione nei misteri più o meno buffi della fede e della religiosità. Sollecitato da Giuseppina Manin, si diverte a fare i conti a modo suo con Dio e quel che ne consegue: dalla Genesi all’Apocalisse, dall’Inferno al Paradiso, dal Regno dei Cieli a quello degli uomini.

Ingresso ad offerta libera

Fare gli italiani. Giornate della laicità 2016

cartolina_A6_fronteOKFare gli italiani
Elogio del pensiero laico, libero, critico e analitico

La settima edizione delle Giornate della laicità, in programma a Reggio Emilia il 23 e 24 aprile 2016.

Giovedì 21 e venerdì 22 aprile in programma una specialissima ANTEPRIMA delle Giornate (restate in contatto per scoprire di cosa si tratta!)

Il titolo e tema dominante sarà FARE GLI ITALIANI.

La necessità cioè, per lo Stato, di “costruire” quello spazio pubblico di appartenenza e cittadinanza, fondato su principi e valori della nostra Carta costituzionale (la più bella del mondo!). Uno spazio pubblico in cui gli interessi che tengono insieme un paese si trasformano in diritti e doveri civici e in valori consapevolmente accettati. Nel nome dei quali i cittadini italiani sono sollecitati ad abbandonare le nicchie individualistiche o comunitarie (tengo famiglia / mi faccio i fatti miei).

Spetta allo Stato e alle sue istituzioni il compito di “costruire” i cittadini, attraverso la tutela della libertà di coscienza, del pluralismo, della laicità, della garanzia della libertà degli individui e dei corpi sociali.

Ma in Italia, qualsiasi progetto di “fare gli italiani” ha dovuto inevitabilmente confrontarsi con l’ingombrante presenza di un cattolicesimo molto radicato nella sfera pubblica, con conseguenti continue sovrapposizioni e intrecci, e con i noti aspetti negativi del carattere degli italiani (sudditanza verso il potere, mancanza di laicità, incapacità di autonomia morale, mancanza di etica e deontologia personale, perdono che vince sulla responsabilità, individualismo esasperato e indifferenza ai valori comuni, ignoranza culturale, scarso senso dello Stato).

LEGGI IL PROGRAMMA 2016

cartolina_A6_retroOK_2Tra l’altro oggi, anche in Italia – che non ha mai brillato per libertà di pensiero e anticonformismo – aumentano i convinti che il pensiero laico, libero, non convenzionale, critico, e anche analitico (quello proprio della metodologia scientifica) siano sempre più indispensabili in un contesto mondiale altamente globalizzato. Dove emergono e si affermano le realtà maggiormente creative, innovative, curiose, che fanno tanta ricerca .

Quale contributo possono dare la cultura laica, libera, critica e analitica al rilancio di un nuovo progetto per “formare italiani dotati d’alti e forti caratteri” che si prefigga, per la cittadinanza del nostro Paese?

 

LIBERI DI SCEGLIERE. UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI CIVILI E DI LIBERTÁ

ANTEPRIMA

 Venerdì 17 aprile

facebook3 Liberi di scegliere
In collaborazione con il Reggio Film Festival

 Ore 19.00 Aperitivo, proiezione e premiazione di corti laici
Galleria dei marmi – Musei Civici
INGRESSO LIBERO

 Prosegue la collaborazione con il Reggio Film Festival per la realizzazione  e promozione di cortometraggi partecipanti ad una sezione speciale,  incentrata sulla “libertà di scegliere”.

Serata con aperitivi, musica e cinema inedito e di qualità. E laico.

Sabato 18 aprile

Ore 9.30 – CHE RAZZA DI SCIENZA – Università, Aula 2

Conferenza  scientifica con Marcello Sala

Il punto vista della scienza evolutiva sulla questione delle razze umane (sullo sfondo dei rapporti tra scienza e razzismo).

 1) Ore 11.00 – Università, Aula 2

facebook5 DISCORSO SULLA SERVITÙ VOLONTARIA DI ÉTIENNE DE LA BOÉTIE
 Incontro con Enrico Donaggio

 Un tiranno detiene il potere anche perchè sono i sudditi a fargliene dono. Una  concessione basata non tanto sulla paura e l’oppressione, ma sulla connivenza delle  vittime, “uomini che amano le proprie catene più di sé stessi”.

 Pubblicato a metà Cinquecento da un giovane appena diciassettenne, il Discorso della  servitù volontaria descrive e preannuncia in maniera mirabile lo stato di sudditanza e il grado di complicità che garantisce il potere in tutte le epoche. Il curatore dell’edizione Feltrinelli racconterà il contenuto e le moderne interpretazioni di un testo che rappresenta un esempio straordinario di libero pensiero.

2) Ore 15 – Università, Aula Magna

CELLULE STAMINALI EMBRIONALI IN MEDICINA RIGEfacebook6NERATIVA E RIPRODUTTIVA: TRA SCIENZA E  BIOETICA
Dialogo tra Michele De Luca e Gilberto Corbellini

 Le cellule staminali pluripotenti (embrionali e iPS) rappresentano una sfid​a​ promettent​e ​e affascinant​e​ per la medicina rigenerativa da un lato​,​ e per le applicazioni ​nel campo della medicina riproduttiva dall’altro. Al di là delle demonizzazioni ideologiche​ l’uso della diagnosi pre-impianto e in prospettiva la correzione di anomalie genetiche riscrivendo le informazioni contenute nel genoma, consentono e consentiranno alle coppie fertili ma portatrici di gravi patologie genetiche di procreare figli sani, dando loro la possibilità di vivere una vita normale, ​ma anche di di raggiungere traguardi civili e sociali importanti, ​come​ contribu​ire a​lla​ diminu​zione​ ​del​la frequenza di ​malattie genetiche importanti nella popolazione. Così come la ricerca sull’utilizzo delle cellule staminali embrionali per rigenerare tessuti irrimediabilmente compromessi potrebbe salvare la vita a migliaia di malati oggi senza speranza. Qual è oggi la regolamentazione in Italia su questi temi? E quale negli altri Paesi? Che cos’è esattamente una cellula staminale embrionale dal punto vista biologico e scientifico? Quali implicazioni bioetiche può avere il suo utilizzo per ricerca e applicazione  clinica?

3) Ore 16.30 – Università, Aula Magna

facebook7IL COSTO DEI DIRITTI
Dialogo tra Gaetano Azzariti e Carlo Pontesilli

Garantire i diritti costituzionali ha un costo. La già difficile applicazione nella sua correttezza e interezza della Carta Costituzionale si scontra anche con ulteriori limiti: quelli di natura economica. Creare i presupposti per la libertà individuale sancita dalla Costituzione, per la piena realizzazione degli individui, per il sostegno a servizi e politiche richiede risorse.

A fronte di tali spese, dell’oculata valutazione di bilancio che lo Stato italiano deve svolgere, che peso ha l’8X1000 che finisce direttamente nelle casse della Chiesa? A quanto ammonta ogni anno e come viene impiegato? Cosa significa l’intervento della Corte dei Conti?

Grazie al contributo di un costituzionalista, Gaetano Azzariti, che analizzerà i limiti economici nell’applicazione dei diritti fondamentali, e di un fiscalista esperto in questioni vaticane, Carlo Pontesilli, esperto analista di questioni finanziarie e chiesa cattolica, potremo ricostruire un quadro, tutto italiano, tra diritti faticosamente conquistati e risorse generosamente trasferite.

4) Ore 18.00 – Università, Aula Magna

RI-COSTITUZIONE LAICAfacebook8
Dialogo tra Roberto Escobar e Pierfranco Pellizzetti

Cosa significa laicità? Cosa si intende quando si insiste sul tema della laicità nella Costituzione, nella sua applicazione, nella progressione dei diritti fondamentali della nostra moderna società democratica che su quel valore fonda la sua stessa nascita?
Cosa c’entra la laicità con lo spirito critico e il principio del mutualismo (nel lavoro, nella società) e perché essa è un antidoto alla paura dilagante, lo strumento più efficace per non essere digeriti nella macchina dell’odio e dell’intolleranza che vuole convincerci ad abdicare ai nostri diritti civili, anziché affermarli?

Ecco alcune domande a cui trovare risposta -specialmente se siete tra coloro che si chiedono che senso abbia la laicità oggi.

5) Ore 21.00 – Università, Aula Magna

facebook9QUANTE ECCEZIONI CI VOGLIONO PER FARE UNA REGOLA?
Con Persio Tincani e Maria Novella De Luca

Le sentenze, la cronaca, probabilmente la vita di ogni giorno della maggior parte degli italiani raccontano esperienze di come, tra grandi difficoltà, anche in un paese cattolico e conservatore come l’Italia, si faccia strada giorno per giorno una realtà di individui e famiglie costruite sull’amore per persone dello stesso sesso.

Se la legislazione, per paura e asservimento della politica, non sono in grado di sancire un dato di fatto, di ragionare di persone e non di luoghi comuni e preconcetti, allora s’impone una battaglia di civiltà, che ridefinisca da un punto di vista legale la famiglia partendo dagli esempi concreti in Italia e all’estero.

DOMENICA 19 aprile

 6) Ore 10.00 – Università, Aula Magna

L’ISTITUTO DEI LAICI – PRESENTAZIONE
Con Eugenio Lecaldano, Carlo Flamigni, Enzo Marzo, Maurizio Mori
Coordina Emilio D’Orazio

Con la partecipazione di Beppino Englaro

INGRESSO LIBERO

Pesa ammetterlo ma in questo paese schiacciato da questioni di carattere economico, dall’inconsistenza della gran parte dell’azione politica, da crisi di legalità e principi civici affrontare il tema dei diritti personali e civili suona fuori sincrono, appare uno sforzo inutile e disgregatore a fronte di una urgente crescita economica con cui questi diritti avrebbero poco a che fare.

Ed è invece sconcertante rendersi conto che proprio l’aprirsi ad una nuova stagione di diritti civili, la raccomandazione (alla politica, ai media) di un’agenda fondata sul un progetto complessivo di trasformazione e cambiamento in senso laico del Paese – sempre troppo attaccato ad una presunta identità religiosa – potrà consentire di raggiungere quel modello di modernità, giustizia sociale, crescita scientifica e culturale che, mancando al paese, ne sta drammaticamente connotando la decadenza.

È ora di unirsi, impegnarsi per orientare il dibattito nazionale e diventare protagonisti di una nuova stagione di diritti civili.

7) Ore 11.30 – Università, Aula Magna

 facebook10bisLA BIOLOGIA IN SINTESI
Dialogo tra Demetrio Neri e Maurizio Mori

La biologia sintetica è un recentissimo indirizzo di ricerca nel campo delle scienze della vita, sviluppata negli anni Duemila negli Stati Uniti e da allora in continua crescita, sia per le stupefacenti potenziali ricadute nella vita quotidiana: biocarburanti e cibo, organismi fotosintetici capaci di raddoppiare la propria biomassa in poche ore, farmaci da somministrare in modo più efficiente (vaccini, cellule staminali), cellule e batteri capaci di individuare cellule cancerose, sia per la relativa riflessione bioetica ad essa collegata.

Cosa fa la biologia sintetica e dove porta? Quali sfide promette di affrontare questa nuova disciplina, dalla salute umana finanche all’energia e all’ambiente? Quali sono le questioni bioetiche che la scienza affronta con la ricerca in un nuovo campo di ricerca? Quale deve essere la regolazione pubblica e dove si spingono le riflessioni etico-filosofiche?

8) Ore 15.00 – Università, Aula Magna

LA LEGGE DELLA VITAFACEBOOK11
Dialogo tra Carlo Troilo e Maria Laura Cattinari

Che la morte sia intesa come l’ultimo, estremo passo della vita o sia invece, come per molti credenti, un passaggio per una nuova esistenza, ciò che rimane ad accomunare tutti gli individui è il fatto di doverla affrontare, per i propri cari e per sé stessi.

L’urgenza di una legge che consenta rapportarsi a  tale condizione con dignità, nella piena espressione del proprio volere, proprio quando accade che una malattia deprivi del controllo sul proprio corpo, è prima di tutto un atto di civiltà.

Il nodo morale della questione sta tutto in una parola: autodeterminazione. La possibilità di scegliere per sé senza demandare – a famigliari, a medici, a Dio stesso – una scelta che spetta solo a chi, quella vita che si sta per abbandonare, l’ha vissuta.

Qual è la differenza tra autodeterminazione terapeutica ed eutanasia?

Ne discutono Carlo Troilo giornalista e membro dell’Associazione Luca Coscioni e Maria Laura Cattinari, Presidente dell’Associazione Libera Uscita. In un dialogo aperto, con punti di vista ed esperienze differenti ma con un unico obiettivo: una legge che finalmente sancisca il diritto all’autodeterminazione.

9) Ore 16.30 – Università, Aula Magna

FACEBOOK10UNA NUOVA STAGIONE DI DIRITTI CIVILI É POSSIBILE?
Con Pippo Civati, Filomena Gallo

Da dove nasce una nuova stagione di diritti civili? Come fanno le esigenze dei cittadini a trasformarsi in istanze di legge? Che parte hanno politica e giornalismo nel dare voce ad una affermazione dei diritti?
Se l’ultima stagione di affermazione di diritti civili sono stati gli anni Settanta cosa è passato in mezzo? E come facciamo oggi a riproporla?

10) Ore 18.00 – Università, Aula Magna

RELIGIONE: QUESTIONE DI INTESAFACEBOOK12
Con Sergio Lariccia e Enzo Marzo

La più importante di tutte le battaglie consiste oggi nel raggiungere l’obiettivo dell’abolizione del Concordato. La filosofia concordataria esprime una logica di privilegio: per questa ragione coloro che coerentemente sostengono una posizione anticoncordataria ritengono opportuno continuare a impegnarsi per realizzare anche nel nostro paese una società civile e politica priva di concordati con le chiese. Una valutazione delle scelte politiche con le quali si è stipulato il concordato nel 1929, lo si è richiamato nella costituzione del 1948 e lo si è revisionato (melius, restaurato) nel 1984, consente di verificare quali conseguenze negative siano da esse derivate.

Staminali e pseudoscienze in rete nelle scuole reggiane per imparare il metodo scientifico con Iniziativa laica

Continuano le lezioni di educazione scientifica nelle scuole reggiane organizzate da Iniziativa Laica in anteprima alle Giornate della laicità 2015.

Questa settimana saranno Carlo Alberto Redi (il “Biologo furioso”, dal suo più noto libro di divulgazione scientifica)  e Michele Bellone ad offrire nelle scuole un interessante contributo di scoperta e approfondimento parlando rispettivamente di ricerca sulle cellule staminali  e di pseudoscienze in rete.

Il progetto “Insegnare la scoperta scientifica” – curato dal filosofo della scienza Telmo Pievani –  mira a coinvolgere ragazze e ragazzi in un’ampia e libera discussione, attraverso un rapporto privilegiato con importanti studiosi, sui valori della Cultura scientifica, contribuendo a presentare agli studenti esempi di pensiero analitico.

Sostenere la scoperta e l’acquisizione del metodo scientifico nel programma scolastico promuove la formazione di un pensiero libero e indipendente nonché lo sviluppo di competenze e professionalità utili al Paese e alla crescita individuale dei ragazzi.

Circa 2000 saranno gli studenti coinvolti nelle lezioni attraverso l’ospitalità in otto scuole reggiane: Il liceo Classico/Scientifco Ariosto/Spallanzani, il Liceo scientifico A. Moro, il Liceo Artistico G. Chierici, l’Istituto superiore liceale Matilde di Canossa, L’istituto tecnico Scaruffi-Levi, L’Istituto Tecnico Pasca BUS, l’Istituto L.Nobili, l’Istituto comprensivo di Quattro Castella-Vezzano sul Crostolo.

Più di venti lezioni, tra scienza e Costituzione porteranno all’attenzione dei ragazzi –senza oneri per le scuole e per gli studenti- i migliori scienziati, divulgatori, costituzionalisti e docenti universitari a raccontare cosa significa applicare nella vita e nell’esperienza i valori della Carta Costituzionale e i principi dell’esperienza scientifica.

 

Carlo Alberto Redi è un accademico, biologo e saggista italiano. Alunno del collegio Ghislieri, professore ordinario di Zoologia presso l’università di Pavia e professore a contratto presso l’Istituto Universitario di Studi Superiori. Accademico dei Lincei e socio onorario della società genetica del Cile, è autore di articoli scientifici e libri
Negli anni 2000 – 2002, membro della Commissione Nazionale di Studio sulla utilizzazione delle cellule staminali, presieduta da Renato Dulbecco. Dal 2006 al 2010 è direttore Scientifico della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo su nomina dell’allora Ministro Livia Turco. È managing editor dell’European Journal Histochemistry. Nel 2007 è nominato membro del Comitato Nazionale Biosicurezza, Bioterrorismo e Scienze della Vita.
Le sue più rilevanti conquiste scientifiche sono avvenute nell’ambito della genomica funzionale. La sua ricerca è rivolta allo studio della composizione ed organizzazione della cromatina di spermatozoi ed oociti nei mammiferi ed ai meccanismi epigenetici della regolazione del genoma nel corso delle prime fasi dello sviluppo embrionale e della riprogrammazione genetica dei nuclei somatici. Particolare attenzione è dedicata al rinnovo delle cellule staminali germinali sia embrionali che in adulto in modelli animali di subfertilità determinati da patologie cromosomiche. È stato a capo del gruppo di ricerca che con il professor Ryuzo Yanagimachi ha partecipato alla clonazione del primo topo,Cumulina.
Ha pubblicato articoli di carattere non tecnico su quotidiani e riviste (quali La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Sapere, Le Scienze, Newton). Tra i suoi saggi “Il biologo furioso. Provocazioni d’autore tra scienza e politica” (2011).

 

Michele Bellone è Dottore di ricerca in Bioingegneria e Bioinformatica. Ha svolto attività di ricerca nelle Università di Pavia, del Piemonte Orientale e di Nizza/Sophia Antipolis, su diversi temi – biologia evolutiva dello sviluppo (evo-devo), gametogenesi, sviluppo embrionale pre-impianto, fecondazione in vitro, ecotossicologia. Ora si dedica alla comunicazione della scienza e collabora con Le Scienze, Scienzainrete e Pikaia. Al momento sta frequentando il Master in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste.

 

LEZIONI SULLA SCIENZA
“Insegnare la scoperta scientifica”

PROGRAMMA 2015



Martedì 13 gennaio
Telmo Pievani
L’importanza di un’educazione scientifica precoce: il caso dell’insegnamento dell’evoluzione a scuola
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi-Tricolore

Mercoledì 21 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Mercoledì 21 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Liceo scientifico  A.Moro
POMERIGGIO

Giovedì 22 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Giovedì 22 gennaio
Michele Bellone
La pseudoscienza in rete: come difendersi, come denunciarla e come individuare le fonti attendibili
Liceo Artistico G. Chierici

Venerdì 23 gennaio
Michele Bellone
La pseudoscienza in rete: come difendersi, come denunciarla e come individuare le fonti attendibili
Liceo scientifico  A.Moro

Lunedì 16 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Ist. B. Pascal BUS

Martedì 17 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Mercoledì 18 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Liceo scientifico  A.Moro

Giovedì 12 marzo
Marcello Sala
Laboratorio scientifico: Le diversità non sono tutte uguali
Ist. Liceale Matilde di Canossa

 

LEZIONI SULLA COSTITUZIONE
“Cittadinanza consapevole e valori della Costituzione”


PROGRAMMA

 

Lunedì 2 febbraio
Carlo Rossetti
TITOLO DA DEFINIRE
Liceo Artistico G. Chierici

Lunedì 2 febbraio
Patrizia Borsellino
Democrazia e diritti
Liceo scientifico  A.Moro

 

Venerdì 6 febbraio
Marco Imperato
TITOLO DA DEFINIRE
Ist. Comprensivo di Quattro Castella – Vezzano sul Crostolo (sede di Vezzano sul Crostolo)

19 febbraio
Benedetta Liberali
Uguaglianza, diritti civili e libertà
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi

Martedì 24 febbraio
Domenico Gallo
TITOLO DA DEFINIRE
IIS Nobili

Lunedì 9 marzo
Roberta De Monticelli
Cittadinanza consapevole, bene comune
Liceo Classico/Scientifico Ariosto/Spallanzani

 

Data da definire
Costanza Nardocci
Laicità, pluralismo
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi – Sede di Rivalta