La “trama lucente” della creatività

Iniziativa laica

In collaborazione con Legacoop di Reggio Emilia e
le Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia e di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

e il patrocinio di Provincia di Reggio Emilia e Centro Internazionale Loris Malaguzzi

Giovedì 23 febbraio 2012, ore 17,30

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Aula Magna (Viale Allegri)

La creatività: come funziona e perché aiuta l’innovazione, lo sviluppo e tutti noi

Uno scambio di idee a partire dal testo  “La trama lucente” di Annamaria Testa

una conversazione tra l’autrice del libro ANNAMARIA TESTA e VANNI CODELUPPI


Si parla sempre più spesso di creatività e di pensiero creativo in relazione all’innovazione e allo sviluppo economico che ne deriva.

Meno spesso ci si domanda che cosa la creatività è davvero, e al di là dei luoghi comuni.
Come nascono le idee creative? Quanto influiscono l’educazione e l’ambiente? E quanto la curiosità, la propensione al cambiamento, il pensiero libero e critico?

Come si gestisce un processo creativo, e come lo si può governare e favorire? Come funziona la creatività nei gruppi? Come la si può sviluppare nei ragazzi? Come si esprime nelle imprese? E l’Italia è un paese creativo oggi?

Annamaria Testa: si occupa di comunicazione e di creatività e ha scritto diversi testi sull’argomento. Realizza interventi di carattere strategico e progetti di comunicazione per imprese e istituzioni con la società “Progetti Nuovi” e ha messo online “Nuovo e Utile” teorie e pratiche della creatività..

Ha iniziato a lavorare nel 1974 come copywriter pubblicitaria. Ha fondato una propria agenzia di pubblicità nel 1983, è stata direttore creativo e presidente della sede italiana del gruppo internazionale Bozell tra il 1990 e il 1996 e consulente tra il 1997 e il 2004. Ha fondato Progetti Nuovi nel 2005. È giornalista pubblicista dal 1988. Ha collaborato con diverse testate e con Rai e si è occupata di comunicazione politica. Ha insegnato presso varie Università e dal 2007 insegna all’Università Bocconi di Milano.

Ha pubblicato un libro di racconti e diversi saggi sulla creatività e la comunicazione. Tra le ultime pubblicazioni un consistente saggio sulla creatività “La trama lucente” (Rizzoli, 2010).

Vanni Codeluppi: è sociologo dei consumi. Ha insegnato in varie Università e attualmente è docente presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Tra le sue numerose pubblicazioni “Manuale di Sociologia dei consumi” (Carocci, 2005), “La vetrinizzazione sociale. Il processo di spettacolarizzazione degli individui e della società “(Bollati Boringhieri, 2007), “Il biocapitalismo. Verso lo sfruttamento integrale di corpi, cervelli ed emozioni “(Bollati Boringhieri, 2008).

Condividi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *