Staminali e pseudoscienze in rete nelle scuole reggiane per imparare il metodo scientifico con Iniziativa laica

Continuano le lezioni di educazione scientifica nelle scuole reggiane organizzate da Iniziativa Laica in anteprima alle Giornate della laicità 2015.

Questa settimana saranno Carlo Alberto Redi (il “Biologo furioso”, dal suo più noto libro di divulgazione scientifica)  e Michele Bellone ad offrire nelle scuole un interessante contributo di scoperta e approfondimento parlando rispettivamente di ricerca sulle cellule staminali  e di pseudoscienze in rete.

Il progetto “Insegnare la scoperta scientifica” – curato dal filosofo della scienza Telmo Pievani –  mira a coinvolgere ragazze e ragazzi in un’ampia e libera discussione, attraverso un rapporto privilegiato con importanti studiosi, sui valori della Cultura scientifica, contribuendo a presentare agli studenti esempi di pensiero analitico.

Sostenere la scoperta e l’acquisizione del metodo scientifico nel programma scolastico promuove la formazione di un pensiero libero e indipendente nonché lo sviluppo di competenze e professionalità utili al Paese e alla crescita individuale dei ragazzi.

Circa 2000 saranno gli studenti coinvolti nelle lezioni attraverso l’ospitalità in otto scuole reggiane: Il liceo Classico/Scientifco Ariosto/Spallanzani, il Liceo scientifico A. Moro, il Liceo Artistico G. Chierici, l’Istituto superiore liceale Matilde di Canossa, L’istituto tecnico Scaruffi-Levi, L’Istituto Tecnico Pasca BUS, l’Istituto L.Nobili, l’Istituto comprensivo di Quattro Castella-Vezzano sul Crostolo.

Più di venti lezioni, tra scienza e Costituzione porteranno all’attenzione dei ragazzi –senza oneri per le scuole e per gli studenti- i migliori scienziati, divulgatori, costituzionalisti e docenti universitari a raccontare cosa significa applicare nella vita e nell’esperienza i valori della Carta Costituzionale e i principi dell’esperienza scientifica.

 

Carlo Alberto Redi è un accademico, biologo e saggista italiano. Alunno del collegio Ghislieri, professore ordinario di Zoologia presso l’università di Pavia e professore a contratto presso l’Istituto Universitario di Studi Superiori. Accademico dei Lincei e socio onorario della società genetica del Cile, è autore di articoli scientifici e libri
Negli anni 2000 – 2002, membro della Commissione Nazionale di Studio sulla utilizzazione delle cellule staminali, presieduta da Renato Dulbecco. Dal 2006 al 2010 è direttore Scientifico della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo su nomina dell’allora Ministro Livia Turco. È managing editor dell’European Journal Histochemistry. Nel 2007 è nominato membro del Comitato Nazionale Biosicurezza, Bioterrorismo e Scienze della Vita.
Le sue più rilevanti conquiste scientifiche sono avvenute nell’ambito della genomica funzionale. La sua ricerca è rivolta allo studio della composizione ed organizzazione della cromatina di spermatozoi ed oociti nei mammiferi ed ai meccanismi epigenetici della regolazione del genoma nel corso delle prime fasi dello sviluppo embrionale e della riprogrammazione genetica dei nuclei somatici. Particolare attenzione è dedicata al rinnovo delle cellule staminali germinali sia embrionali che in adulto in modelli animali di subfertilità determinati da patologie cromosomiche. È stato a capo del gruppo di ricerca che con il professor Ryuzo Yanagimachi ha partecipato alla clonazione del primo topo,Cumulina.
Ha pubblicato articoli di carattere non tecnico su quotidiani e riviste (quali La Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, Sapere, Le Scienze, Newton). Tra i suoi saggi “Il biologo furioso. Provocazioni d’autore tra scienza e politica” (2011).

 

Michele Bellone è Dottore di ricerca in Bioingegneria e Bioinformatica. Ha svolto attività di ricerca nelle Università di Pavia, del Piemonte Orientale e di Nizza/Sophia Antipolis, su diversi temi – biologia evolutiva dello sviluppo (evo-devo), gametogenesi, sviluppo embrionale pre-impianto, fecondazione in vitro, ecotossicologia. Ora si dedica alla comunicazione della scienza e collabora con Le Scienze, Scienzainrete e Pikaia. Al momento sta frequentando il Master in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste.

 

LEZIONI SULLA SCIENZA
“Insegnare la scoperta scientifica”

PROGRAMMA 2015



Martedì 13 gennaio
Telmo Pievani
L’importanza di un’educazione scientifica precoce: il caso dell’insegnamento dell’evoluzione a scuola
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi-Tricolore

Mercoledì 21 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Mercoledì 21 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Liceo scientifico  A.Moro
POMERIGGIO

Giovedì 22 gennaio
Carlo Alberto Redi
Cellule staminali: come è cambiato il quadro dopo la scoperta delle cellule staminali riprogrammate
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Giovedì 22 gennaio
Michele Bellone
La pseudoscienza in rete: come difendersi, come denunciarla e come individuare le fonti attendibili
Liceo Artistico G. Chierici

Venerdì 23 gennaio
Michele Bellone
La pseudoscienza in rete: come difendersi, come denunciarla e come individuare le fonti attendibili
Liceo scientifico  A.Moro

Lunedì 16 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Ist. B. Pascal BUS

Martedì 17 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Ist. Liceale Matilde di Canossa

Mercoledì 18 febbraio
Roberto Defez
Le biotecnologie alimentari e gli organismi geneticamente modificati: i miti e la realtà
Liceo scientifico  A.Moro

Giovedì 12 marzo
Marcello Sala
Laboratorio scientifico: Le diversità non sono tutte uguali
Ist. Liceale Matilde di Canossa

 

LEZIONI SULLA COSTITUZIONE
“Cittadinanza consapevole e valori della Costituzione”


PROGRAMMA

 

Lunedì 2 febbraio
Carlo Rossetti
TITOLO DA DEFINIRE
Liceo Artistico G. Chierici

Lunedì 2 febbraio
Patrizia Borsellino
Democrazia e diritti
Liceo scientifico  A.Moro

 

Venerdì 6 febbraio
Marco Imperato
TITOLO DA DEFINIRE
Ist. Comprensivo di Quattro Castella – Vezzano sul Crostolo (sede di Vezzano sul Crostolo)

19 febbraio
Benedetta Liberali
Uguaglianza, diritti civili e libertà
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi

Martedì 24 febbraio
Domenico Gallo
TITOLO DA DEFINIRE
IIS Nobili

Lunedì 9 marzo
Roberta De Monticelli
Cittadinanza consapevole, bene comune
Liceo Classico/Scientifico Ariosto/Spallanzani

 

Data da definire
Costanza Nardocci
Laicità, pluralismo
Ist. Tecnico Scaruffi-Levi – Sede di Rivalta

 

Iniziano martedì 13 febbraio con Telmo Pievani le lezioni nelle scuole

Ricominciano domani, martedì 13 gennaio, le lezioni dedicate a portare nelle scuole reggiane i valori dell’approfondimento scientifico della Costituzione, promosse dall’associazione Iniziativa Laica e organizzate  all’interno delle Giornate della laicità.

TelmoPievaniAprirà il ciclo di lezioni Telmo Pievani, Docente dell’università di Padova, divulgatore, collaboratore di molte testate giornalistiche importanti, filosofo ed epistemologo, che sarà ospite dell’Ist. Scaruffi – Levi .

Telmo Pievani, che è anche il curatore della rassegna per la parte scientifica, svolgerà per gli studenti una lezione sul tema: L’importanza di un’educazione scientifica precoce: il caso dell’insegnamento dell’evoluzione a scuola.

Il progetto mira a coinvolgere ragazze e ragazzi in un’ampia e libera discussione, attraverso un rapporto privilegiato con importanti studiosi, contribuendo a presentare agli studenti esempi di pensiero analitico e di cittadinanza attiva.
Sostenere la scoperta e l’acquisizione del metodo scientifico nel programma scolastico promuove la formazione di un pensiero libero e indipendente nonché lo sviluppo di competenze e professionalità utili al Paese e alla crescita individuale dei ragazzi.

 Circa venti lezioni, tra scienza e Costituzione porteranno all’attenzione dei ragazzi –senza oneri per le scuole e per gli studenti- i migliori scienziati, divulgatori, costituzionalisti e docenti universitari a raccontare cosa significa applicare nella vita e nell’esperienza i valori della Carta Costituzionale e i principi dell’esperienza scientifica.

Otto gli istituti reggiani che hanno aderito al progetto: Il liceo Classico/Scientifco Ariosto/Spallanzani, il Liceo scientifico A. Moro, il Liceo Artistico G. Chierici, l’Istituto superiore liceale Matilde di Canossa, L’istituto tecnico Scaruffi-Levi, L’Istituto Tecnico Pasca BUS, l’Istituto L.Nobili, l’Istituto comprensivo di Quattro Castella-Vezzano sul Crostolo.

L’iniziativa, promossa dalle Giornate della laicità con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia e Comune si svolgerà nelle scuole reggiane nel periodo tra gennaio e marzo 2015.